Le Paris des Disquaires

“Le Paris des disquaires”, la primissima guida ai discografici indipendenti di Parigi e la sua piccola corona è stata pubblicata da Jazz & Cie in occasione dei Disquaires Days.

All’inizio era l’industria discografica, e ora ci sono migliaia di pepite in quasi novanta negozi di dischi indipendenti a Parigi e nei suoi sobborghi interni. Di gran lunga la più grande concentrazione in Europa, davanti a Londra e Berlino. In “Le Paris des Disquaires”, il giornalista Hervé Devallan li ha incontrati tutti, i mohicani della torta nera, e non uno di loro si assomiglia.

Con una voglia folle di condividere i suoi dischi, a partire dalla sua collezione: pop, rock, reggae, jazz, afro, metal, electro, classica… I generi si incrociano, si annidano, ma vi invitiamo sempre a scoprirli. Non possiamo consigliarvi troppo di girare per la capitale con la vostra guida in mano – e la testa per aria -, un buon paio di scarpe e un buon zaino della misura di un 33 giri. Camminate e vedrete! Perché i negozi di dischi sono spesso dove le guide turistiche non li aspettano, all’ombra di un monumento, nel cuore di un quartiere popolare o in una strada quasi dimenticata… Poi a ciascuno la sua scuola e la sua rete: nuovi o usati… Spesso entrambi.Quando non è un po’ di più: bar, ristorante, impianti hi-fi, libreria, zona coworking, mercato delle pulci, birra, vino, ecc… Bisogna vivere bene… e vivere bene. E a volte hanno una doppia attività: insegnante di tennis, DJ, decoratore, tour operator, proprietario di un’etichetta… Sì, il vinile porta a tutto!

Indipendenza, passione, amore per la cultura sono i valori che vogliamo difendere attraverso questa guida, nella continuità di quanto stiamo costruendo con i negozianti di dischi della Grande Parigi da oltre 6 anni.

https://www.amazon.com/Collezione-di-jazz-fresco/dp/B071VJF94J

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.